Il Centro Internazionale di Studi Cateriniani (CISC) ha attualmente sede a Roma presso il Centro Universitario “Regina Mundi” (piazzale Aldo Moro, 9; ingresso per disabili: via dei Frentani, 14), davanti all’università “La Sapienza” e accanto al Consiglio Nazionale delle Ricerche. Il CISC è facilmente raggiungibile dalla stazione Termini.


In precedenza il CISC si era via via trasferito in sedi diverse, sempre non lontano dalla basilica di S. Maria sopra Minerva dove è il sepolcro di Caterina, e negli ultimi anni (a partire dal 2002) ha avuto sede nella casa di via del Papa (oggi piazza S. Chiara 14), dove Caterina ha abitato negli ultimi mesi della sua vita, dall’estate del 1379 fino alla morte (29 aprile 1380); al pianterreno di quello stabile, via via trasformato dalle successive ristrutturazioni, si conserva la Cappella detta del Transito di santa Caterina da Siena, recentemente restaurata.

D. Giunta, Le dimore romane di Caterina da Siena, in Caterina da Siena a Roma, “Quaderni del Centro Nazionale di Studi Cateriniani” 15, 2008, pp. 21-39.

A. Cartotti Oddasso, La dimora romana di S. Caterina da Siena, “L’Urbe” 24/1, 1961, pp. 9-20.

A. Zucchi, Roma domenicana. Note storiche, I, Firenze, 1938, pp. 16-40.

Al momento della sua fondazione il Centro Studi Cateriniani ebbe sede, a Roma, alla Salita del Grillo, accanto al luogo in cui nel 1574 era stata trasferita la comunità di Terziarie domenicane rimaste nella casa di via del Papa.

M. Bevilacqua – A. Parente, Santa Caterina da Siena a Magnanapoli. Arte e storia di una comunità religiosa romana nell’età della Controriforma, Roma 20092.


Letto 3548 volte Ultima modifica il Mercoledì, 10 Maggio 2017 09:46
Vota questo articolo
(2 Voti)

Lascia un commento